fbpx

La recente approvazione della legge sulle Unioni Civili ha segnato un passo avanti nell’inclusione della Comunità omosessuale nella vita della società italiana, portando tuttavia alla luce le grandi resistenze e limitazioni, prima della politica, poi di parti della società civile, nei confronti di persone di cui ancora non vengono riconosciute le prerogative e le possibilità di un cittadino eterosessuale, come la capacità di mantenere relazioni stabili e durature, o di dar vita ad un progetto famigliare valido e sano.

Alla soddisfazione per il riconoscimento, da lungo cercato, di diritti fondamentali della coppia quali quello all’assistenza, alla reversibilità e all’eredità in caso di morte di uno dei due partner, si accompagna lo sconforto e la rabbia provati nei confronti di un sistema che non riconosce ancora la validità dell’affettività di coppie omosessuali.

Le conseguenze sono gravi: figli di famiglie omogenitoriali non hanno ancora alcuna tutela; portatori di idee e opinioni arretrate e offensive hanno, inoltre, ancora molto spazio e ascolto nei mezzi di informazione e nell’immagine che i cittadini italiani hanno di persone omosessuali e transgender.

Qui sta il punto di partenza per associazioni come GrandaQueer, che si sforza da sempre di abbattere modelli discriminatori in favore di una maggiore inclusione e uguaglianza per le persone LGBT, con l’obbiettivo di aprire la società civile ad una vera conoscenza di una categoria di persone fino ad ora, ma sempre meno, esclusa e discriminata. Si apre quindi una nuova battaglia per l’avanzamento sui temi di una legge contro l’omofobia, e una maggiore tutela legislativa per i figli delle famiglie Arcobaleno.

Per informazioni http://www.grandaqueer.it/ascoltiamoci/
Ci trovi anche su Facebook

Arcigay GrandaQueer Cuneo lgbt* corso Vittorio Emaniele II, 33 – 12010 Cuneo
grandaqueer@gmail.com – www.grandaqueer.it
Ufficio Stampa Guirino Silvestri +39 389 0139716 + 39 347 0606422 – grandaqueerstampa@gmail.com

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *